• 23:33
  • 22.10.2020
Inter, Icardi convocato con l’Eintracht
sport
22.10.2020

Inter, Icardi convocato con l’Eintracht

read more

Da un lato l’Inter ha subito il sorpasso del Milan e vede le inseguitrici avvicinarsi dopo la sconfitta di Cagliari, dall’altro le beghe interne, soprattutto quella relativa a Mauro Icardi. In questa settimana c’è il ritorno in Europa, e l’ex capitano al momento è ancora out.Olympic gymnast Simone Biles accuses former team doctor of sexual abuse

Mauro Icardi sta svolgendo terapie per il problema al ginocchio, ma serpeggia l’idea che l’infortunio sia ‘politico’, una sorta di reazione dell’argentino alla destituzione dal ruolo di capitano. Capire con esattezza la verità è difficile ma la spaccatura appare evidente, forse non solo con lo spogliatoio ma anche con allenatore e dirigenti. Il post di Instagram di Icardi lo conferma, le parole di Spalletti ‘parlo solo di chi c’è’. Ma davvero la situazione si protrarrà polemicamente fino a fine stagione con un Icardi separato in caso per altri tre mesi? Nelle ultime ore pare che il club voglia rivalutare l’infortunio del numero nove in vista della trasferta di Francoforte, un consulto tra il dottor Volpi e il tecnico Spalletti per stabilire se l’argentino potrà essere convocato in Europa League. Icardi lamenta dolore e l’Inter non può costringerlo a giocare a fronte di un infortunio. Situazione di stallo, in cui Icardi non si smuove dalle sue posizioni e l’Inter non sembra intenzionata a venirgli incontro, anzi, alla Pinetina credono che tocchi all’argentino il primo passo. Che succederà?

Ma anche il tecnico Luciano Spalletti non è più saldamente in sella. Il 2019 è partito male, poi c’è stata una timida ripresa in concomitanza con l’incidente diplomatico di Icardi, ma la sconfitta di Cagliari ha di fatto cancellato quanto di buono fatto precedentemente con tanto di sorpasso del Milan e una lotta Champions quanto mai aperta. La sensazione oggi è che il tecnico di Certaldo difficilmente resterà il prossimo anno, indipendentemente dall’ottenimento della qualificazione in Champions o no. Antonio Conte è sempre un nome caldo, che rimane lì sullo sfondo in attesa. Sono valutazioni che la dirigenza sta facendo, nonostante la fiducia più volte ribadita a Spalletti nell’ultimo periodo. C’è comunque sempre il salvagente dell’Europa League, una competizione in cui l’Inter può arrivare fino in fondo e che alla Pinetina non snobbano. Il resto è futuro, ci si penserà a giugno.

Ronaldo denies tax fraud at court hearing
1150128
read more